image1 image2 image3

L’Odontoiatria Conservativa

L’odontoiatria conservativa contrasta la patologia più nota della bocca: la carie.

La carie è una demineralizzazione dello smalto e della dentina in grado, se non curata, di distruggere la struttura portante dei denti sino alla loro completa distruzione.

Una volta rimosso il tessuto cariato l’odontoiatra è in grado di ripristinare la funzione e l’anatomia del dente con l’ausilio di materiali compositi, con una grande resa estetica. Il restauro può essere diretto se eseguito in studio direttamente nel cavo orale del paziente, oppure indiretto se realizzato in un laboratorio odontotecnico su un modello in gesso della bocca del paziente. Tale manufatto viene successivamente cementato in bocca al paziente in studio: in questo caso si parla di intarsio, indicato in particolare per restauri molto estesi.